Nuovo appuntamento con “Nel corpo di Napoli”

Tre donne, tre città, un palcoscenico. Per la nuova puntata di “Nel corpo di Napoli”, il format di F2 Radio Lab dedicato alla culturae e alla tradizione, giovedì 24 novembre 2022, alle 13, saranno ospiti Veronica Mazza, Anna Romano e Simona Bisconti.

Tre attrici e registe divise tra Napoli, Bruxelles e Torino che stanno allestendo “Matassine”, un progetto teatrale di carattere europeo ma con una storia legata alla comune radice partenopea.

Veronica Mazza, attrice di teatro, cinema e televisione, diplomatasi all’Accademia del Teatro Stabile Bellini, è entrata giovanissima a far parte del gruppo “Libera Scena Ensemble” diretto da Renato Carpentieri con il quale ha collaborato come attrice e assistente alla regia per numerosi allestimenti. Inoltre ha lavorato con Giorgio AlbertazziGianfranco D’Angelo, Antonio Casagrande, Mario Scarpetta Tato Russo. La consacrazione è arrivata con il successo dei film “Ci sta un Francese, un Inglese e un Napoletano”,  “La valigia sul letto” e la partecipazione a “Un posto al sole”. Dal 2022 dirige il “Teder Teatro – Teatro del Rimedio” aprendo il primo spazio multimediale e pluridisciplinare di Napoli.

Anna Romano, autrice e traduttrice, è direttrice artistica della compagnia FORTeRESse fondata nel 2010. Danzatrice, appassionata di trapezio, ha debuttato in teatro come protagonista nel 1993 in “Zingari” di Raffaele Viviani per la regia di Toni Servillo. Si è formata, tra i tanti, con Thierry Salmon, Giorgio Barberio Corsetti, Marco Martinelli, Marco Baliani e Laura Curino. Nel 1998 ha partecipa a l’École des Maîtres con Matthias Langhoff. Da allora svolge una doppia carriera di attrice e regista tra l’Italia, la Francia e il Belgio.

Simona Bisconti, dopo studi di Psicologia Clinica e di Comunità, si è formata in teatro fisico della Performing Arts University di Torino, diretta da Philip Radice. Ha proseguito approfondendo il teatro di figura, di maschera, teatro ragazzi, clowning, burlesque, commedia dell’arte e scrittura comica. Il suo primo testo, “Matassine”, per il quale ha ricevuto nel 2021 il “Premio Critica Letteraria” è la storia di tre sorelle la cui vita è stata segnata da forze inspiegabili e distruttive. Uno spettacolo che porta in scena la sofferenza e l’eroismo della vita di certe donne del Sud, paradigma della lotta di una condizione umana il cui destino è segnato da forze superiori.

Per le puntate precedenti di “Nel corpo di Napoli”: www.radiof2.unina.it