Un mondo di storie e autori ancora nella Nuvola

Più libri più liberi ritorna nella Nuvola dell’Eur. Dopo lo straordinario successo dell’edizione dello scorso anno – che ha registrato un record di oltre 100 mila presenze e il tutto esaurito nella maggior parte degli incontri – dal 5 al 9 dicembre si svolgerà a Roma la diciassettesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE).

La Fiera sarà inaugurata il 5 dicembre alle ore 10.30 al Caffè letterario Rai, alla presenza del sottosegretario Vito Crimi: Più libri più liberi è l’evento culturale più importante della Capitale con protagonisti, esclusivi, gli editori indipendenti italiani.

Gli editori con i loro autori, provenienti da tutta l’Italia, sono i veri protagonisti della Fiera, dove presentano al pubblico le novità e il proprio catalogo a conferma della vivacità della media e piccola editoria italiana.

Il 9 dicembre Andrea Camilleri sarà l’ospite d’onore della presentazione del volume di Salvatore Silvano Nigro La funesta docilità (alle ore 19.00, sala La Nuvola). Il libro è un’appassionata inchiesta sui Promessi Sposi. L’8 dicembre Gianluigi Ricuperati parlerà del suo Est (alle ore 15.30, sala Venere). Paolo Di Paolo curerà L’infinito sulla Nuvola, incontro su Leopardi con Piera Degli Esposti, Biancamaria Frabotta, Marco Lodoli, Flavia Mastrella e Antonio Rezza e i contributi video di Dacia Maraini, Nada, Vittorio Storaro e Giuseppe Cederna (9 dicembre alle ore 17.30, sala Polaris). Fabio Stassi, con Andrea Bajani, presenterà il suo Con in bocca il sapore del mondo (9 dicembre alle ore 13.00, sala Sirio). Sandro Frizziero racconterà l’universo dei giovani che non studiano e non lavorano, come il protagonista del suo romanzo Confessioni di un NEET (9 dicembre alle ore 15.30, sala Antares) che presenterà con Tiziano Scarpa. Roberto Alajmo parlerà del suo L’estate del ’78 insieme a Francesco Piccolo (8 dicembre alle ore 16.00, sala Sirio), mentre Giulio Cavalli presenterà il romanzo Carnaio (9 dicembre alle ore 13.00, Caffè Letterario Rai). Cesarina Minoli con Marida Lombardo Pijola e Myrta Merlino presenterà il suo ultimo libro Dietro le quinte. Scritti e recensioni (6 dicembre alle ore 16.30, sala Polaris).

Darwin Pastorin e Andrea Bozzo parleranno del loro nuovo libro Storia d’Italia ai tempi del pallone. Dal Grande Torino a Cristiano Ronaldo insieme a Riccardo Falcinelli e Francesco Repice (9 dicembre alle ore 10.30, sala Luna). Per il ciclo I mestieri della scrittura. Scrivere un libro interverranno Francesco Pacifico e Carola Susani (7 dicembre alle ore 14.00, Arena Biblioteche di Roma), Nadia Terranova ancora con Carola Susani (8 dicembre alle ore 13.00, Arena Biblioteche di Roma) e Vanni Santoni (9 dicembre alle ore 14.00, Arena Biblioteche di Roma). Teresa Ciabatti insieme a Luca Briasco poi, celebrerà i vent’anni dalla pubblicazione in Italia del capolavoro postumo di John Kennedy Toole Una banda di idioti con letture di Massimo Roberto Beato (7 dicembre alle ore 17.30, sala Polaris).

Un’edizione che si concentra sul rapporto – spesso difficile – tra gli esseri umani nel mondo contemporaneo, non poteva non essere aperta a scrittori e pensatori provenienti da tutto il pianeta. In tantissimi hanno risposto all’appello lanciato da Più libri più liberi, a cominciare da Michael Dobbs, autore della trilogia di House of cards, dalla quale è stata tratta una delle serie televisive più di successo degli ultimi anni. Lo scrittore presenterà con Stefano Feltri la sua nuova opera Il giorno dei Lord, primo capitolo di un nuovo imperdibile ciclo fantapolitico (7 dicembre alle ore 19.00, sala La Nuvola). Lo scrittore francese Philippe Forest sarà alla sala Luna (7 dicembre alle ore 17.30) per raccontare, insieme a Giorgio Vasta, il suo nuovo romanzo Piena. Altro ospite dalla Francia Dominique Manotti che parlerà del suo thriller politico-finanziario Vite Bruciate con Giancarlo De Cataldo (9 dicembre alle ore 15.00, sala Sirio). E ancora Massimo Brioschi e Francesco Bono presenteranno La metafisica dei tubi, l’ultimo libro di Amélie Nothomb, con Lella Costa che leggerà alcuni brani (8 dicembre alle ore 13.30, Caffè letterario Rai). Dagli Stati Uniti lo scrittore americano di origine turca Jarett Kobek che discuterà del suo Io odio internet, avvicente e ironica requisitoria contro i giganti della Silicon Valley (9 dicembre alle ore 14.30, sala Luna), insieme a Riccardo Staglianò. Di Stati Uniti parla anche Un altro giorno di morte in America di Gary Younge che lo presenterà con Gianni Riotta (8 dicembre alle ore 13.30, sala Luna). Joe Lansdale sarà il protagonista iniseme a Luca Briasco dell’incontro sul libro di Sebastiano Pezzani Joe Lansdale. In fondo è una palude (9 dicembre alle ore 18.00, sala Sirio). Il 5 dicembre alle ore 17.30 al Caffè Letterario Rai Neri Marcorè leggerà il libro di Matt Haig Come fermare il tempo. In rappresentanza della letteratura tedesca, Natascha Wodin, una delle voci più interessanti del suo Paese, parlerà con Davide Orecchio del suo ultimo libro Veniva da Mariupol, nel quale tocca uno dei capitoli più oscuri e sconosciuti della storia della Germania nazista (9 dicembre alle ore 17, sala Vega). La giornalista e scrittrice irachena trapiantata in Francia Inaam Kachachi sarà alla Nuvola per raccontare Dispersi, la sua ultima opera, in compagnia della traduttrice Elisabetta Bartuli e della giornalista di Repubblica Francesca Caferri (9 dicembre alle ore 14.30, sala Elettra). La poesia, invece, sarà al centro dell’appuntamento con Edith Bruck (7 dicembre alle ore 11.30, sala Giove) nel quale presenterà, con Michela Meschini e Rosa Marisa Borraccini, il suo volume Versi vissuti. Poesie (1975-1990). Un viaggio provocatorio al cuore dei mali contemporanei, a cominciare dalla droga e dalla mercificazione del corpo, in Ornamento, il nuovo romanzo del colombiano Juan Cárdenas che dialogherà con Giorgio Vasta (8 dicembre alle ore 11.30, sala Elettra). Tre leggendarie figure femminili – Luisa Casati Stampa, Doris Castlerosse e Peggy Guggenheim – sono, invece, le protagoniste de Il palazzo incompiuto che sarà presentato dall’autrice, la critica di danza del Guardian Judith Mackrell e dalla giornalista Lara Crinò (9 dicembre alle ore 16.30, sala Elettra). Dal nordeuropa, due ospiti di rilievo: Mikael Niemi presenterà con Giordano Meacci il romanzo Cucinare un orso, che nel suo paese, la Svezia, ha superato le 700 mila copie (8 dicembre alle ore 17.30, sala Polaris); dall’Olanda, invece, arriva Ilja Leonard Pfeijffer con La superba (8 dicembre alle ore 12.30, sala Marte) inseme a Stefano Gallerani. Infine, Diego Zuniga converserà con Giordano Meacci su Camanchaca, storia di una famiglia fragile nel Cile post dittatura (9 dicembre alle ore 16.30, sala Antares).