Un convegno su come cambia il mondo in cui viviamno

I cambiamenti climatici in atto e l’elevato impatto delle attività antropiche stanno determinando alterazioni sugli ambienti marini, con profonde conseguenze sulla produzione di beni e dei servizi ecosistemici. Il Convegno ProVaRE, che si terrà nei giorni 17 e 18 ottobre 2017 a Napoli, ha l’obiettivo di evidenziare l’importanza dell’approccio culturale multidisciplinare per migliorare e acquisire le conoscenze nelle scienze del mare e permettere, quindi, di rafforzare il legame tra Università, Enti di Ricerca, Aree Marine Protette, Strutture responsabili della gestione del territorio e i singoli cittadini.

Il Convegno è organizzato dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e dalla Stazione Zoologia Anton Dohrn nell’ambito della Rassegna ‘Stati Generali del Mare 2017′ promossa dal Comune di Napoli.

Martedì 17 ottobre alle ore 9 è prevista la giornata inaugurale nella sala Azzurra del Complesso Universitario federiciano di Monte Sant’Angelo in via Cintia.

La giornata si aprirà coi saluti di Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università Federico II, Daniela Villani, Delegata al Mare del Comune di Napoli, Vincenzo Saggiomo, Direttore della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, Antonio Mazzola, Presidente del CoNISMa, ed Ezio Ricca, Direttore del Dipartimento di Biologia dell’Università dell’Ateneo federiciano. Chair è Olga Mangoni del Dipartimento di Biologia dell’Università Federico II.

Nel corso del convegno il Rettore Gaetano Manfredi e Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni firmeranno un accordo quadro tra l’Ateneo federiciano e l’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Il 18 ottobre il convegno si terrà dalle 9 nella sala convegni della Stazione Zoologica, nella Villa Comunale a Napoli. I dettagli della due giorni sono contenuti nel programma.