“Parole di Cinema”: capire come nasce un film

Anche quest’anno il Napoli Film Festival, alla sua XIII edizione, propone cinque incontri per capire come nasce un’opera cinematografica. Cinque registi come docenti: Gipi, Cecilia Mangini, Maurizio Nichetti, Sergio Staino e Vincenzo Terracciano.

Parole di Cinema”, questo è il nome della consueta rassegna che si svolgerà nell’auditorium del Castel Sant’Elmo dal 13 al 18 ottobre alle ore 10:00.

Le iniziative del Napoli Film Festival, come sempre, saranno tante. Non mancheranno infatti i concorsi Schermo Napoli Corti e Documentari, dedicati a tutti i giovani cineasti della Campania. Le selezioni si sono concluse con la scelta di 42 corti e 20 documentari. Senza dimenticare i progetti sviluppati con alcune scuole del territorio per valorizzare la passione dei giovanissimi registi, tra le cui opere 19 cortometraggi concorreranno nella sezione Schermo Napoli Scuola presso il Castel Sant’Elmo.

Infine, sempre a Castel Sant’Elmo, verrà allestita la mostra dell’artista napoletano Alessandro Cocchia intitolata Wormhole /Buco di verme, dal nome dato in fisica ai tunnel teorici che collegano punti diversi dell’universo, dedicata all’unione tra “culture diverse che si esprimono attraverso segni e simbologie simili”, come spiega lo stesso autore.

Tante proposte, insomma, quelle del Napoli Film Festival 2011. La più pregevole è forse proprio “Parole di cinema”, in grado di avvicinare i giovani al cinema e, attraverso la visione dei film e la discussione con i registi, di svelare cosa c’è dietro.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.napolifilmfestival.com

S. A.