Lavorare all’estero. Ecco come fare

Trascorrere l’estate all’estero lavorando può essere un’opportunità per imparare meglio le lingue e per fare un’esperienza formativa professionale. Per i giovani che hanno questa intenzione sono tante le offerte a disposizione.

Soprattutto, grazie a internet, i canali di ricerca sono numerosissimi. Si parte da Eures, il portale europeo della mobilità professionale: una vera è propria rete di cooperazione dei servizi pubblici per l’impiego di tutta Europa (a cui partecipano anche i sindacati e le organizzazioni dei datori di lavoro), coordinata dalla Commissione Europea e nata per agevolare la libera circolazione dei lavoratori.

Eures è disponibile in tutte le lingue dell’Unione e mette a disposizione offerte di lavoro e stage in 31 Paesi. Le offerte da selezionare sono quelle contrassegnate dalla bandierina europea che segnala l’opportunità di mobilità internazionale (le altre provengono da ricerche interne dei paesi). Oltre che visitando il sito, è possibile ottenere informazioni rivolgendosi ai rappresentanti locali di Eures o ai 53 consulenti nazionali (i cui contatti si trovano sul sito del Ministero del Lavoro), che offrono anche consulenze e assistenza ai candidati per questioni pratiche, giuridiche e amministrative.

Sul “cercalavoro” di Monster.it, il portale della società leader nel settore del recruiting online, a breve sarà attivo il motore di ricerca per filtrare le offerte di lavoro estivo. È utile tuttavia consultare anche i siti web locali; Monster, ad esempio, è presente in 52 Paesi.

È consigliabile anche consultare le offerte sui portali delle principali agenzie per il lavoro internazionali (in primo luogo Adecco e Manpower, le più importanti al mondo in questo campo), alle quali ci si può rivolgere anche attraverso le filiali italiane, per mettersi in contatto con i rappresentanti esteri o per partecipare alle grandi campagne di reclutamento estive.

Anche per quanto riguarda le tipologie di lavoro a disposizione, le opportunità sono di vario tipo, anche se prevalentemente riguardano il settore turistico.

È molto importante selezionare gli annunci avendo le idee chiare sul campo professionale verso il quale ci si vuole indirizzare, sulla durata della permanenza e sul budget a disposizione almeno per i primi tempi, e tenendo presente il proprio livello di conoscenza della lingua e le proprie attitudini ed esperienze. Non bisogna dimenticare, inoltre, di informarsi su normativa del lavoro e vincoli e restrizioni di vario tipo del Paese nel quale si vuole soggiornare, specie se fuori dall’Europa.

L.P.

Tags: ,