Bilancio dell’Erasmus+ 2014-2021


Si è concluso il
Nei 7 anni di interesse l’iniziativa ha registrato una forte crescita nella partecipazione italiana alle attività di mobilità universitaria e nello sviluppo di progetti di cooperazione in Europa.

In questo arco di tempo sono partiti 242 mila studenti italiani. Questo dato ha permesso all’Italia di salire dalla 4° alla 3° posizione, dopo Spagna e Francia, per studenti in partenza per studio verso destinazioni europee. Anche per l’accoglienza l’Italia è al terzo posto, poco dopo Spagna e Francia, con oltre 162 mila studenti europei che in questi anni hanno scelto ‘il bel paese’ per svolgere un periodo di studio. Tra le università italiane, la Federico II si posiziona al quinto posto per volume di mobilità in uscita con 5.915 unità per studio (SMS), 1.260 per tirocini (SMP) e 493 tra docenti e staff (STA e STT). Per quanto riguarda la mobilità internazionale extra UE, tra il 2017 ed il 2020, si sono registrati 41 studenti e 41 unità per lo staff.

Nei sette anni di Programma, la Federico II ha utilizzato un budget europeo di circa 11 milioni di euro, circa 6 milioni di euro di fondi ministeriali e circa 3 milioni di euro di fondi di Ateneo.

Tags: