“Aura”. La rivista di saggistica

Da un gruppo di giovani studiosi del Dipartimento di Studi Umanistici della Federico II è nata «Aura», una rivista di saggistica umanistica.

Un laboratorio di scrittura saggistica come dialogo costante tra autori e testi con al centro la scrittura saggistica, “la cui complessità in alcuni casi appare trascurata nell’ambito delle cerchie accademiche europee, in cui oggi si scrive o troppo o troppo poco”, come spiega la redazione.

Una rivista nata nei giorni della pandemia quando la virtualità delle relazioni ha preso il sopravvento sul mondo. Per questo i giovani e attenti studiosi hanno deciso di ribaltarne il ritmo eccessivo, schizofrenico, l’invasività che svuota i contenuti, reagendo con un altro tempo, più meditato, connaturato alla scrittura saggistica, lanciando la rivista nel cuore del web come una bomba dirompente e imprevista che utilizza la potenzialità della rete per dimostrare la possibilità di direzioni alternative.

“L’ambizione di «Aura» è di porsi nei confronti del digitale con uno sguardo eretico e di contribuire a riconfigurarne dall’interno il potenziale”, è la loro linea programmatica.

Gli autori con i rispettivi lavoro sono:

Sara Gemma 
L’umana scienza di Primo Levi: vizio di forma o smagliatura di sostanza?

Federica Zigarelli 
Nudità iniziatica e confini di genere

Alberto Scialò 
Rappresentazioni della Resistenza tra neorealismo ed epica contemporanea

Maria Castaldo 
«Per questo la si chiamò Babele». Genealogia del relativismo linguistico

Carolina Borrelli 
Fotografia e predazione in Les Suaires de Véronique di Michel Tournier

Miriam Orfitelli 
Il fantasma di Lesbia nel c. 45 di Catullo

Nicola De Rosa 
Eresia della forma-saggio nell’era digitale

Qui è possibile leggere il primo numero

Tags: