Scritture in transito tra letteratura e cinema

Quanto il cinema ha influenzato l’immaginario letterario nel Novecento. Parte a marzo il ciclo di seminari “dedicato alle Proiezioni dell’umani, che si terrà nell’aula Piovani dalle 13 alle 15 fino a maggio.

I lavori saranno guidati da Silvia Acocella, docente di Letteratura italiana contemporanea, con Francesco Amoruso – Laboratorio di Scrittura. Tra le pagine e la melodiaGianluca Della Corte -Laboratorio di Audiovisivi e multimediali,Marianna Lucia di Lucia, curatrice delle pagine social di critica cinematografica, con il supporto al montaggio di Ludovico Brancaccio.

Un percorso multidisciplinare, fondato sugli archetipi dell’immaginario, renderà le immagini-movimento del cinema confinanti con quelle della letteratura, dei quadri, delle opere musicali, ricomponendo i nuovi stadi di visione del Novecento. Accostando l’homo fictus della letteratura all’uomo immaginario del cinema (Morin), saranno analizzate tutte le proiezioni dell’uomo, a partire dalla sua ombra fino agli Avatar, passando per i suoi sogni, gli antropomorfismi, i fantasmi, gli oltreumani, gli androidi e ogni sua reincarnazione, con o senza corpo.

Le domande di iscrizione (con cognome nome e matricola) dovranno pervenire entro il 29 febbraio 2020 all’indirizzo: silvia.acocella@unina.it

Il seminario corrisponde a 4CFU ed è aperto a tutti.

Qui la locandina