“Algoritmi di libertà“. Per capire il nostro tempo digitale

Qualsiasi schema o procedimento sistematico di calcolo: possiamo estremamente sintetizzare il concetto di algoritmo in queste poche parole.

Ma sopratutto quanto sono liberi questi algoritmi, ovvero  esistono algoritmi di libertà o libertà dagli algoritmi?

Su questo tema,  in occasione dell’uscita del libro di Michele Mezza “Algoritmi di libertà” (Donzelli Editore) Il Dipartimento di Scienze Sociali  e il Dipartimento di ingegneria elettrica e tecnologie dell’informazione dell’Università Federico II organizzano in collaborazione con Gesco Sociale, tre Convivi digitali in cui l’Università diventa pubblica piazza, una grande agorà di discussione sulla rete e sulle sue novità attuali

Il tema è strettamente legato  allo scandalo Facebook e Cambridge Analytica,  società di consulenza britannica che combina l’intermediazione e l’analisi dei dati con la comunicazione strategica per la campagna elettorale.

Ci saranno tre conversazioni sul tema “Algoritmi e libertà” condotte dall’autore del libro,  Mezza,  con opinion leader delle problematiche oggi al centro dell’attenzione.

Il 13 aprile si comincia con “Algoritmi e Università” con il rettore Gaetano Manfredi; il 20 aprile “Algoritmi e città: acqua e software, beni comuni” con la prof.ssa Enrica Amaturo, il prof.  Alberto Abruzzese Sergio D’Angelo commissario Abc Napoli; il 4 Maggio “Algoritmi e democrazia” con il prof. Mauro Calise

Gli incontri si terranno dalle ore 16 nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Sociali a San Biagio dei Librai nel centro storico di Napoli.