Con “Pride” di Warchus si conclude il Cineforum del CLA

Martedì 31 maggio si terrà l’ultimo appuntamento con il Cineforum in lingua originale a cura del CLA (Centro Linguistico di Ateneo dell’Università Federico II).

L’ultimo film della decima edizione della rassegna sarà “Pride” (2014) del regista Matthew Warchus.
Il film sarà proiettato, come sempre, alle ore 18.00 al cinema Academy Astra in via Mezzocannone 109.

Questo film si rivolge ad un pubblico molto vasto in quanto attira spettatori amanti della commedia ma anche dei film drammatici. Il film è tratto da un’incredibile storia vera. È ambientato nel 1984, in piena era Thatcher, durante lo storico sciopero dei minatori inglesi. Quello che rende il film, allo stesso tempo, divertente e commuovente è l’unione di minatori, gay e lesbiche, che marciano assieme per i diritti propri e di tutti. Alcuni attivisti del movimento gay decidono di raccogliere fondi per gli scioperanti del Galles, spinti dalla solidarietà verso chi lotta, come loro, contro il sistema.

Inizialmente i minatori accolgono con diffidenza questa iniziativa, ritenendo inopportuno e imbarazzante il sostegno di questi attivisti. Ma, alla fine, l’incontro tra questi due mondi porterà alla nascita di un’amicizia esplosiva ed entusiasmante.

Un film assolutamente da vedere, che è stato premiato con la Queer Palm al Festival di Cannes 2014, nella sezione Quinzaine des Réalisateurs. Questo premio cinematografico riconosce un film per il suo trattamento delle tematiche LGBT.

Clicca qui per vedere il trailer.

Per maggior info visita www.cla.unina.it

Mar. Sans.

Tags: ,