Gabriele Frasca, poeta residente. Un ciclo di incontri

Ogni anno, per sei anni, l’Università degli Studi di Napoli Federico II invita un poeta a risiedere in città per tenervi una serie di incontri con gli studenti e i professori dell’Ateneo, con le scuole, con la cittadinanza, al fine di rilanciare l’ascolto e la lettura della poesia.

Il presupposto è che il poeta residente parla di poesia, ma anche parla “attraverso” la poesia: è la poesia che parla, è una cattedra simbolicamente occupata dalla poesia, dai suoi modi di comunicare e di provocare il senso del mondo.

Il poeta residente nel 2016 è Gabriele Frasca, che sarà ospite di F2 RadioLab alle 11,30 di venerdì 29 aprile, per un appuntamento speciale, “Radiorime”.

Incontro dopo il seminario di poesia comparata del 27 aprile, alle ore 15.30, presso il Dipartimento Studi Umanistici in via Porta di Massa, 1 – Aula Magna Piovani. E del 28 aprile alle 15.30, presso il Centro Museale – Real Museo Mineralogico in via Mezzocannone, 8, discutendo della poesia “Nelle molte lingue e nei molti mezzi”.

Ultimi due appuntamento saranno il 3 maggio alle 16 nel Complesso dei SS. Marcellino e Festo con il concerto ResiDante, e il 4 maggio alle 11 al CLA-Centro Linguistico di Ateneo di Via Mezzocannone 16, sulla lingua di Samuel Beckett e Dylan Thomas

Gabriele Frasca è Docente di Media Comparati all’Università di Salerno e Presidente della Fondazione Premio Napoli, Frasca è effettivamente “residente” a Napoli, ed è soprattutto, senza alcun dubbio, una delle più importanti voci della poesia contemporanea. Segnalatosi subito con la sua raccolta d’esordio (Rame, 1984), Gabriele Frasca si è affermato nel panorama italiano ed europeo con le successive raccolte (Lime, 1995; Rive, 2001, Rimi, 2014), tutte pubblicate nella prestigiosa “collana bianca” dell’editore Einaudi.

Tags: