L’Economia non è più un tabù se spiegata a fumetti

Adam Smith, Karl Marx, John Mayard Keynes e molti altri, sono i protagonisti del libro a fumetti scritto da Micheal Goodwin ed illustrato da Dan E. Burr, uscito nel 2013, continua a riscontrare molto successo.

“Neanche leggendo dieci libri sull’argomento ricavereste così tante informazioni” scrive David Bach del“New York Times”, definendo “Economix” uno strumento che le nuove generazioni hanno la fortuna di poter utilizzare per la prima volta e dal quale possono trarre informazioni e conoscenze fino ad ora considerate complesse.

Il libro non è una svalutazione delle teorie economiche, bensì una riscoperta dell’uso del media fumettistico, che spiega concetti spesso incomprensibili o irraggiungibili, attraverso un linguaggio semplice ed a tratti anche ironico.

L’autore propone un excursus storico che  dalla teoria della mano invisibile di Adam Smith arriva ai giorni d’oggi, tentando di rispondere alle domande che spesso tutti si pongono sull’economia, sul proprio tenore di vita, sul lavoro, sul futuro.

Il professore inglese Joel Bakan evidenzia come sia importante riuscire a creare degli strumenti che permettano la comprensione della società nella quale si vive,con la discussione di argomenti che riguardano ognuno di noi.

Il libro si conclude con un punto di vista originale riguardante la crisi economica, la questione del debito e molti altri concetti dei quali si sente spesso parlare senza sapere di cosa realmente  trattano.

Una vera e propria guida alla scoperta dei meccanismi che si celano dietro il funzionamento dell’economia occidentale.