Capire il mondo d’oggi grazie a Charlie Brown

Esce il 15 ottobre “La psicoeconomia di Charlie Brown” (Rizzoli, euro 17, pag. 270) di Matteo Motterlini, ordinario di Logica e Filosofia della scienza all’Università di Vita Salute San Raffaele di Milano. Testo che parte dalle vignette create da Charles Schulz per comprendere la nostra contemporaneità.

Quale miglior libro in questo periodo di crisi economica, dove il consumatore cerca di ottimizzare le proprie spese, ma non sempre ci riesce riuscendoci a causa dell’irrazionalità che guida azioni  e consumi.

L’autore parte proprio da questo presupposto: che non si agisce con strategie razionali. Trovando una possibile soluzione nella presa di coscienza delle emozioni e dell’interiorità dell’essere umano.

Motterlini utilizza le metafore che ispirano i personaggi di Charlie Brown per spiegare tre concetti che riguardano l’economia e la politica.

Il primo, creare un ambiente più ecologico e salutare, poi lavorare ad una politica più concreta e per ultimo “le regole di Charlie Brown”.

Un libro che affronta come costruire una felicità collettiva lavorando su quella individuale e personale, e su quella pubblica, cioè relativa agli interventi governativi, alle scelte normative e burocratiche.

Matteo Motterlini lo fa utilizzando la “leggerezza” dei Peanuts che lo rendono un testo accessibile ad un pubblico più vasto ed eterogeneo.

Mar. For.