Memoria corta? Colpa dell’alimentazione

Se siete “buone forchette” fate attenzione, perché se mangiare troppo non è già salutare per il nostro fisico, lo è ancor meno per la nostra memoria.

Infatti, i ricercatori dell’Oregon Health & Science University di Portland (Usa) hanno svolto una serie di indagini su un gruppo di 104 persone, con età media di 65 anni, e hanno riscontrato che: consumare troppe calorie a tavola ridurrebbe la capacità di ricordare.

In particolar modo ad arrecare danni sarebbe la dieta povera di vitamine e proteine necessarie al funzionamento del nostro organismo, e troppo ricca di sostanze nocive, quali i grassi insaturi idrogenati a livello industriale(come fritture, cibi pronti, alimenti di fast foods).

Infatti quest’ultime impegnerebbero troppo il sistema digerente a scapito degli altri apparati, negando  il sufficiente apporto di sangue e ossigeno alle aree cerebrali e alla loro espressione cognitiva.

Il consiglio è dunque variare i cibi da assumere, dando largo spazio a frutta e verdura, riducendo anche le quantità.

Provate a seguire questi piccoli consigli e noterete miglioramenti nella vostra attività professionale e di tutti i giorni.

A. M.